giovedì 14 novembre 2013

In Spagna si trovano in continuo levrieri feriti con un colpo di coltello al collo, per togliere il chip, anche alcuni dei cani che abbiamo affidato in adozione hanno questo tipo di ferite.

L'idea che un cane sia tracciabile perché ha il chip è semplicemente ridicola, chi sfrutta, maltratta ed uccide non si ferma di sicuro davanti ad una coltellata.

In Spagna i cani vengono rubati, i galgueros difendono i loro investimenti facendo vivere i levrieri in veri e propri bunker o in cunicoli sotterranei per difendersi dai furti. I cani vengono rubati in continuo, anche dalla perrera, ci sono enormi interessi intorno ai galgos, sarebbe davvero bene non dimenticarlo mai

Questa notte hanno rubato dalla perrera un galgo femmina, Ofelia, che avevamo prenotato e che sarebbe dovuta uscire oggi.

Ofelia ha il chip, è grottesco sostenere che un chip metta al sicuro da furti, maltrattamenti ed uccisioni.

sabato 9 novembre 2013

ARRIVO

Oggi sono arrivati altri cani dalla Spagna, ringraziamo come al solito Vero, Irene, Lucia del rifugio La Candela e Rosetta di Arca Siviglia, Silvia e tutte le altre volontarie che in Spagna si impegnano ogni giorno. Un particolare ringraziamento va ad Eva Maria, per l'aiuto prezioso e competente 

Grazie a chi diffonde gli appelli, alle volontarie che fanno i controlli, a chi ci aiuta e ci sostiene, a Stefano ed a Ippolita che ci hanno aiutate all'arrivo


Ringraziamo la dott. Elena Gaboli, che cortesemente ha accettato di essere presente all'arrivo del furgone, malgrado l'ora tarda

Grazie agli adottanti che hanno accolto i nostri piccoli, buona lunga vita Carbón , Lula, Tifa, Robin, Terra, Morgana, Chisai, Angelina e Fede, Dalì siate finalmente felici.